Ultimi Post

 Il progetto:  Net Works!

Il progetto: Net Works!

Abbiamo provato ad immaginare un modo di utilizzare la creazione di nuove sinergie per aiutare le aziende ad affrontare questo particolare momento storico. Il nostro progetto ha il triplice obiettivo di:

-aiutare le aziende in difficoltà a tornare ai livelli pre-crisi;

-ampliare la rete delle aziende in salute;

-accelerare lo sviluppo delle aziende in espansione

Da un iniziale focus sui “buchi di produzione”, ci stiamo ora focalizzando sull’analisi della tipologia di dati che possono essere raccolti lato fornitori e a livello di filiera in generale.

Abbiamo avuto la possibilità di vedere con i nostri occhi le realtà di alcune aziende partner. Una di loro ci ha accolti in azienda e abbiamo trascorso 2 giornate in loro compagnia. È stata un’esperienza sicuramente formativa e molto interessante.

 Il progetto:  Texturization

Il progetto: Texturization

Mediante l’utilizzo di display non emissivi a colori, flessibili e di forma irregolare, I Soci si prefiggono l’obiettivo di sostituire materiali naturali quali il legno, il carbonio e la pietra, consentendo così una illimitata personalizzazione one-to-one, pur mantenendo un unico prodotto all’origine che garantirebbe così un risparmio considerevole nei costi di produzione. Questi display dialogheranno con gli smartphone e verranno sfruttati anche nel marketing di prossimità con tecnologie iBeacon, Bluetooth 4.0 e modulo GPS.

 Il progetto:  Ex-Lab

Il progetto: Ex-Lab

Ex-Lab è uno strumento di connessione che permette di mettere in contatto le aziende con il mondo della ricerca per trovare soluzioni innovative ed efficaci ai bisogni delle imprese nella fase creativa e di R&S. Il veicolo è una piattaforma online gestita da un soggetto terzo che si interpone tra i due player facilitando la comunicazione e l’incontro tra domanda e offerta grazie a meccanismi come quello del matching. Le aziende partecipanti possono essere di varie dimensioni (grandi, PMI) e operanti in vari settori; per quanto riguarda il “lato ricerca” possono partecipare le università, i consorzi di ricerca e anche gli enti nazionali. I vantaggi di questa "rete di ricerca e innovazione” riguardano tutti i player: imprese, gestore della piattaforma e enti di ricerca.

 Il progetto:  ShoWhereShop

Il progetto: ShoWhereShop

ShoWhereShop è una piattaforma social che unisce negozi, brand e clienti.

SWS è un passaparola virtuale che trasforma l’esperienza dell’acquisto: i brand e i negozi pubblicizzano i propri prodotti attraverso il cliente stesso, rendendo virtuale , contagiosa e condivisibile la sua esperienza e, allo stesso tempo, raccolgono e analizzano in modo più efficiente molti dati riguardanti i propri clienti; i clienti finali, invece, creano un armadio virtuale personalizzato, con la possibilità di esibire i propri acquisti con i propri amici/followers e di ottenere promozioni mirate, disegnate sulle loro preferenze.

 Il progetto:  Supplain

Il progetto: Supplain

Supplain è una piattaforma social che da un lato implementa la visibilità di un'azienda con un nuovo concept di vetrina digitale e dall'altro supporta l'ufficio acquisti nella gestione dei propri fornitori.

Supplain ha le seguenti core features:

1) supporta i buyers nello scouting di fornitori tra quelli iscritti alla piattaforma (attraverso l'utilizzo di filtri mirati);

2) permette ai fornitori di candidarsi ad un progetto o ad una certa fornitura rispondendo a parametri definiti dal buyer. I potenziali fornitori sono informati automaticamente dalla piattaforma attraverso un sistema di tags;

3) supporta i buyers nel monitorare i fornitori esistenti con una serie di parametri custom oggettivi e soggettivi. Questi parametri si traducono in un sistema di feedback.

Questi ultimi visibili nella pagina personale di ogni fornitore creano uno strumento utile ai buyers per la scelta di nuove companies con le quali stringere rapporti duraturi di partnership.

 Il progetto:  Made it

Il progetto: Made it

Attraverso lo studio e la catalogazione a campione  degli impulsi che il corpo trasmette, miriamo a materializzare l'emozione provata, a condividerla e conservarla in quello che potremmo definire una "emotional memory". La tecnologia si fa portavoce della nostra intimità.

 Il progetto:  Anoobie

Il progetto: Anoobie

Anoobie è una piattaforma di lavoro, comunicazione, stoccaggio e condivisione dati per le reti d’impresa, le quali possono accedere esclusivamente e in sicurezza alle informazioni delle aziende in rete con loro. Ospitando e sfruttando questi database, Anoobie si propone quindi come un innovativo strumento di accelerazione per il settore R&D, indicando le aziende più affini ad avviare una collaborazione di problem solving.

 Il progetto:  Logeat

Il progetto: Logeat

Logeat propone una soluzione software per connettere le aziende e i loro clienti attraverso i prodotti, la nostra soluzione Internet of Things, basata sulla tecnologia NFC, affronta tre problematiche, la difficoltà di dialogare direttamente e profilare i propri consumatori, la presenza di zone grigie nel processo di distribuzione e la concorrenza di prodotti contraffatti. Proponiamo alle aziende le nostre etichette NFC, dettagliate analisi di mercato, profilazione dei clienti e la creazione di servizi utili nelle fasi di vendita e post-vendita.

 Il progetto:  Kiwi

Il progetto: Kiwi

Le lavorazioni procedono bene. Vorremmo esaltare i prodotti, far si che possano “conversare con i clienti” raccontando la propria storia e ciò che ha contribuito a renderli un’eccellenza nel loro settore, puntando l’attenzione sul made in Italy e sul suo valore. È una piccola evoluzione del progetto con cui eravamo partiti, che si basava principalmente sull’assistenza ai clienti concentrandosi su offerte e servizi finalizzati all’acquisto. Ovviamente tutte le funzionalità di proximity marketing nell’immediata vicinanza del negozio rimangono invariate, vogliamo infatti sfruttare al meglio le potenzialità dei beacons in quanto a customer acquisition.

 Il progetto:  +Plustomization

Il progetto: +Plustomization

Il progetto ruota intorno allo storytelling del processo produttivo.

I nostri clienti saranno aziende che offrono una produzione customizzata e il cui tempo di attesa per il prodotto sia sufficientemente lungo (dalle 6 settimane in su). Vogliamo soddisfare il desiderio del consumatore di sentirsi esclusivo, sfruttando il problema "tempo di attesa" per creare un rapporto customizzato con il brand, che ci permetterà di informare sull’eccellenza del processo produttivo.